domenica 5 gennaio 2014

Posted by Fabio Barbato |


Ingredienti: 600 g di nodino di Vitello con osso, 2 uova, 1 spicchio d'aglio, 10 cucchiai di pangrattato, 3 cucchiai di Parmigiano grattugiato, 20 g di burro, sale e pepe macinato q.b


La cucina delle nonne è la cucina che se non si racconta inevitabilmente si perde e con essa andrebbero perduti anche ricordi e sapori assolutamente magici.
Personalmente mia nonna era una "Master Chef", una che cosa??.... mi avrebbe risposto, nella preparazione della classica cotoletta alla milanese con la quale ha cresciuto, accompagnandola con delle patate fritte che molte multinazionali dei fast food dovrebbero imparare a fare, una schiera di figli, prima, e nipoti, poi.
Richiede nella preparazione pochi, ma significativi passaggi.
Iniziamo con lo specificare che la VERA cotoletta alla milanese si fa solo ed esclusivamente con del nodino di vitello con l'osso.
Fatta questa doverosa premessa iniziamo con lo strofinare leggermente uno spicchio d'aglio sull'osso del nodino che immergeremo successivamente nelle uova sbattute con del Parmigiano grattugiato, sale e pepe facendo insaporire il tutto per almeno un'oretta in frigorifero.
Più rimane in immersione nell'uovo il nodino più prende sapore ed il risultato finale migliorerà inevitabilmente.
Passato il tempo minimo necessario prendiamo il nostro nodino di vitello che andremo ad impanare col pangrattato, per immergerlo nuovamente nell'uovo sbattuto e ripetere l'operazione di panatura una seconda volta.
A questo punto poniamo in una padella antiaderente un'abbondante noce di burro che faremo sciogliere assieme ad un giro di olio e.v.o per poi mettere in cottura la nostra cotoletta.
Lasciamo rosolare a fuoco molto dolce da entrambi i lati per qualche minuto fino a quando la cotoletta otterrà un aspetto dorato e croccante.
Cotta a puntino togliamola dalla padella e tamponiamola velocemente con della carta assorbente in modo da eliminare l'unto in eccesso per poi servirla fumante accompagnata da un'insalatina mista o , come faceva la mia nonna, da una bella porzione di patate fritte.
Non sarà sicuramente un piatto dietetico, ma è di gran lunga una leccornia gustosa e fragrante che a me personalmente mi catapulta indietro nel tempo.



Ciao NONNA!!

3 commenti:

Posta un commento