giovedì 4 febbraio 2016

Posted by Fabio Barbato |



Ingredienti per 4 persone :

4 stinchi precotti da 650/700 g cad.
200 g di miele di acacia
4 cucchiai di succo di limone
4 cucchiai di olio e.v.o
q.b di sale, pepe nero macinato e salvia fresca


Lo stinco di maiale erroneamente viene considerato un taglio di carne poco pregiato quando in realtà, se si è amanti dei sapori decisi, costituisce una validissima soluzione o alternativa al più classico arrosto della domenica.
Generalmente viene proposto cotto al forno con contorno di patate o per i più tradizionalisti, essendo un piatto diffusissimo nel nord Europa, sfumato con della birra.
In questo caso ho deciso di proporvelo in una versione più mediterranea nei sapori cuocendolo al forno, ma dando una nota agre, ma allo stesso tempo profumata, grazie al limone e alla salvia e ad una piacevole nota dolciastra, ma non troppo, grazie a del fantastico miele d'acacia.
Per questioni pratiche vi suggerisco di utilizzare degli ottimi stinchi precotti di marca ( generalmente sono cotti a bassa temperatura) in modo da ottenere un risultato strepitoso nel giro di un quarto d'ora di forno.
Poniamo uno stinco a porzione all'interno di una teglia da forno foderata con della carta oleata per poi ungere ogni stinco con un cucchiaio di olio e.v.o.
Ora regoliamo di sale e pepe e andiamo ad innaffiare con del succo di limone.
Ora su ogni stinco andiamo a far colare un abbondante cucchiaio di miele, scegliete voi il vostro preferito, io ho optato per un miele di acacia non troppo dolce, per poi spolverare con un leggero trito di salvia fresca.
Inforniamo la teglia a 190° in forno già caldo e lasciamo in cottura 15/20 minuti fino a quando i nostri stinchi avranno assorbito tutto il condimento ed il miele avrà caramellato regalando un invitante colore brunito.
A cottura ultimata impiattiamo i nostri stinchi profumatissimi e dal sapore delicato con un contorno piuttosto fresco come un'insalatina di valeriana e rapanelli in modo di cercare sempre di bilanciare il piatto finito.
Come al solito spero di avervi regalato un invitante spunto e vi rimando alla prossima!
Un abbraccio
FB

1 commenti:

Posta un commento