mercoledì 17 febbraio 2016

Posted by Fabio Barbato |



Ingredienti per 4 persone :

per la pasta....

210 g di farina 00
120 ml di acqua
1 cucchiaino di olio e.v.o
Q.b di sale

per la farcia....

200 g di fiocco di Parma
100 g di robiola
1 uovo
Q.b sale e pepe

per il condimento....

4 cipolloti freschi
1 cucchiaio di farina 00
Q.b di olio di semi di mais
50 g di burro chiarificato


Che la pasta fresca sia una mia passione non è un segreto soprattutto per chi ogni tanto spende qualche minuto del proprio tempo nel leggere le mie peripezie gastronomiche.
Ultima tra queste c'è la ricetta in questione oggi.
Dei fagotti, acqua e farina, ripieni di fiocco di culatello di Parma addolcito ulteriormente e reso cremoso da del robiolino il tutto accompagnato da un nido croccante di cipollotti fritti.
Insomma roba per palati golosi come il mio!
Il primo passo da fare è sicuramente quello di preparare la pasta andando a disporre a fontana la farina su di una spianatoia e andando ad amalgamare con acqua a temepratura ambiente, olio e.v.o ed un pizzico di sale fino ad ottenere un impasto morbido che avvolgeremo nella pellicola e lasceremo riposare per una mezz'ora.
Step successivo è preparare la farcia dei fagotti frullando all'interno di un robot da cucina una generosa fetta spessa di culatello tagliata a dadoni, ma andrà benissimo anche una fetta di un buon crudo sempre di Parma.
Passiamola nel mixer del robot da cucina fino a renderla della consistenza di una crema alla quale aggiungeremo un paio di cucchiai da cucina di robiolino fresco, un uovo intero, sale (poco) e pepe nero macinato.
Lavoriamo tutti gli ingredienti con una spatola fino ad ottenere una farcia decisamente cremosa con la quale riempiremo un sac a poche.
Ora riprendiamo la pasta fatta precedentemente e stendiamola in una sfoglia sottile sulla quale andremo a disporre a distanza regolare la farcia in dosi della dimensione di una nocciola.
Pieghiamo a portafoglio per il lato della lunghezza la sfoglia e sigilliamo per bene con la punta delle dita.
Armiamoci di un coppa pasta dentellato e ritagliamo i nostri fagotti.
Onde evitare sprechi possiamo reimpastare gli scarti di sfoglia che inevitabilmente creeremo.
Continuiamo così facendo fino a terminare sia la sfoglia che la farcia, tenete presente che con le dosi indicate otterremo tra i 50 ed i 60 fagotti.
A questo punto prendiamo i cipollotti che avremo lavato sotto acqua corrente e tagliamoli a julienne per il lato dellla lunghezza fino ad ottenere degli stick piuttosto sottili che infarineremo in maniera molto veloce e friggeremo in olio di mais bollente fino a renderli croccanti.
Scoliamoli e lasciamoli asciugare su della carta assorbente mentre in una pentola capace portiamo a bollore abbondante acqua salata nella quale tufferemo per un paio di minuti i nostri fagotti per poi scolarli in un tegame altrettanto capiente nel quale avremo fatto già sciogliere una noce di burro,meglio se chiarificato.
A fiamma viva saltiamo il tutto fino a quando i fagotti non presenteranno un'invitante crosticina brunita per poi impiattare e servirli accompagnati da un nido di cipollotti croccanti fatti in precedenza che otterremo arrotolandoli ancora tiepidi come se fossero degli spaghetti utilizzando una forchetta o una pinza da cucina.
Così facendo proporremo un piatto dal sapore decisamente rotondo e gratificante, ma altrettanto accessibile a livello di costi.
Una volta preso dimestichezza con la lavorazione della pasta fresca piatti come questo diventeranno anche veloci nella preparazione.
Io, tanto per cambiare, vi rimando alla prossima
un abbraccio

FB



1 commenti:

Posta un commento