domenica 17 maggio 2015

Posted by Fabio Barbato |



Ingredienti per 4 porzioni :


300 g di Riso Venere
300 g di Zucchine
300 g di Gamberetti
50 ml di Vino bianco
4 cucchiai di Olio e.v.o
1 Scalogno
Q.b Mentuccia fresca, Sale e Pepe nero macinato



Il riso Venere è un riso intergrale molto particolare sia nel colore, violaceo tendente al nero grazie alla pellicola più esterna che lo avvolge dal color dell'Ebano, sia nel suo sapore.
Ha una fragranza di cereale molto intensa che richiama nell'aroma quella del pane fresco di forno ed è ottimo per la preparazione di insalate fresche, gustose e dai sapori orientali.
Questa varietà di riso ha origini lontanissime, per la precisione Cinesi, e viene chiamato Venere, come la Dea dell'amore, perchè in passato si pensava avesse importanti capacità afrodisiache e concesso solo agli Imperatori.
In questa ricetta lo abbineremo nella sua versione forse più diffusa con zucchine e gamberetti con un profumo molto piacevole di mentuccia fresca.
Per realizzare quattro porzioni iniziamo con il portare a bollore abbondante acqua salata nella quale metteremo in cottura il nostro riso nero.
I tempi di cottura varieranno a seconda del tipo di riso che utilizzeremo perchè ne esistono di due tipi.
Una versione precotta, forse la più comune nella grande distribuzione, che richiede una cottura di 18/20 minuti e la versione non precotta che praticamente raddoppia i tempi di lessatura, insomma a Voi la scelta in base al tempo a disposizione.
Mentre il riso è in fase di cottura tagliamo a julienne uno scalogno e facciamolo appassire in una padella antiaderente con dell'olio e.v.o per poi aggiungerci le zucchine preventivamente lavate e tagliate in lamelle molto sottili.
Facciamo scottare a fiamma vivace il tutto in modo da lasciare le zucchine piuttosto croccanti e da non far perder loro tutte le proprietà nutritive e prima di spegnere il fuoco della padella incorporiamo, come tocco finale, un'abbondante manciata di mentuccia fresca sminuzzata in modo da regalare al piatto un profumo particolarissimo e fresco allo stesso tempo.
Passato il tempo necessario alla cottura del riso, che essendo integrale risulterà più tenace rispetto al riso comune, scoliamolo e, ancora bollente, condiamolo con le zucchine insaporite con la menta e i gamberetti che avremo privato di testa e carapace.
Il calore del riso cuocerà i gamberi senza stressarli, come si suol dire in cucina, acquisendone tutto il sapore.
Terminiamo versando a filo dell'altro olio e.v.o nel riso condito e lasciamo raffreddare prima di impiattare il tutto.
Volendo possiamo aggiungere anche dello zeist di limone a crudo che con menta, zucchine e gamberetti potrebbe rappresentare un ulteriore quid in più al risultato finale del piatto.
Ora non ci resta che stappare un buon vino bianco fermo e magari profumato, per esempio un ottimo Greco di Tufo rigorosamente fresco, e assaporare questo piatto tanto semplice nella sua preparazione quanto particolare al palato.
A questo punto a me non resta che salutarvi e rimandarvi alla prossima ricetta.
Un abbraccio

FB




1 commenti:

Posta un commento