domenica 22 marzo 2015

Posted by Fabio Barbato |



Ingredienti per 4 persone :


300 g di farina 00
300 g di polpa di manzo
3 uova
3 carciofi
4 cucchiai di olio e.v.o
1 limone
1 cipolla 
1 carota
1 bicchiere di vino bianco
Q.b sale e pepe nero macinato



Le pappardelle al bruscitt e carciofi sono un primo piatto di stagione molto saporito e altrettanto gustoso.
Il bruscitt, dal dialetto bustocco "briciole", altro non è che un battuto di polpa di manzo, anche se in origine venivano usati i ritagli vicino alle ossa, fatto cuocere molto lentamente per delle ore e generalmente accompagnato alla polenta.
In questa ricetta ho pensato di abbinarlo a dei cuori di carciofo che ben si sposano alla pasta fresca all'uovo.
Per realizzare 4 porzioni iniziamo con il preparare la pasta sistemando la farina 00 a fontana su di una spianatoia all'interno della quale andremo a rompere e ad amalgamare le uova ottenendo un impasto morbido e liscio che stenderemo in una sfoglia molto sottile.
Ottenuta la sfoglia porzioniamola ed arrotoliamola su se stessa per poi tagliarla a mano della larghezza di 1,5 cm ottenendo le classiche pappardelle,
Preparata la pasta possiamo dedicarci alla pulizia dei carciofi ai quali lasceremo 3 dita di gambo.
Eliminiamo le foglie esterne più coriacee e tagliamo le punte con le spine per poi suddividerli in quarti.
Con uno scavino andiamo ad eliminare anche l'eventuale peluria interna dei carciofi e la parte fibrosa più esterna dei gambi per poi tuffare il tutto in una pentola contenente acqua salata e succo di limone che porteremo a bollore lasciando in cottura il tutto fino a quando i carciofi non si saranno inteneriti.
A questo punto scoliamoli e passiamoli in acqua e ghiaccio per mantenerne brillante il colore.
Fatto ciò mettiamo sul fuoco una casseruola con un giro d'olio e.v.o nella quale metteremo a soffriggere un trito di carota e cipolla al quale aggiungeremo la polpa di manzo battutta a punta di coltello.
Sfumiamo il tutto con un bicchiere di vino bianco secco che a fiamma vivace lasceremo evaporare per poi aggiungere anche i cuori di carciofo regolando di sale e pepe nero macinato.
Ora non ci resta che lasciar cuocere il nostro bruscitt con cuori di carciofo a fiamma dolcissima per almeno un 40 minuti allungandolo, nel caso si asciugasse troppo, con un qualche mestolo di acqua di cottura dei carciofi.
Quando il condimento sarà quasi pronto portiamo a  bollore abbondante acqua salata con un giro di olio e.v.o nella quale metteremo in cottura per un paio di minuti le pappardelle fatte in precedenza.
Scoliamo la pasta direttamente nel tegame con il bruscitt e carciofi e, a fiamma viva, mantechiamo per un altro minuto facendo insaporire per bene il tutto.
Ora possiamo impiattare le pappardelle nel classico nido utilizzando forchetta e mestolo e ultimando il piatto versando un'abbondante cucchiaiata di bruscitt a persona decorandolo con i cuori di carciofo insaporiti.
Un giro di pepe nero come ultimo tocco ed un calice di Ribolla Gialla, rigorosamente fresco, ne esalteranno ulteriormente gusto e sapore ricordandovi mestamente che la semplicità è un lusso del quale proprio converrebbe non farne a meno, buon appetito!!

Un caro saluto

FB





1 commenti:

Posta un commento