lunedì 12 maggio 2014

Posted by Fabio Barbato |


Ingredienti : 

250 g di spaghetti di Gragnano
10 Peperoni Friggitelli
20 Pomodorini Piccadilly
3 cucchiai di Olive Taggiasche
1 spicchio d'aglio
4 cucchiai di Olio e.v.o
Sale e Pepe nero q.b


Gli spaghetti del "cafone"sono un primo piatto a base di prodotti di stagione provenienti dall'orto, molto saporiti e dal ridotto apporto calorico tipici dell'area Campana.
A Napoli il "Cafone" non è soltanto il maleducato come nel resto d'Italia, ma anche l'abitante delle campagne e gastronomicamente parlando tutto quello che mangia il cafone è più genuino e dai sapori più forti.
Per realizzare questo piatto tutto gusto iniziamo con il lavare accuratamente i friggitelli, peperoni verdi e dolci dalla forma allungata, per poi privarli del picciolo e dei semi presenti all'interno.
Fatta questa operazione tagliamo in due i friggitelli per la lunghezza e successivamente in listarelle grossolane che metteremo a scottare in una padella antiaderente con dell'olio e.v.o ed uno spicchio d'aglio schiacciato e privato dell'anima.
Regoliamo di sale e pepe nero macinato e lasciamo in cottura qualche minuto a fuoco vivace fino a farli rosolore per bene.
Quando i friggitelli saranno quasi pronti, io suggerisco di lasciarli sempre un pochino al dente, aggiungiamo i pomodorini tagliati in quarti anch'essi precedentemente lavati e, per insaporire ulteriormente il tutto, aggiungiamo anche tre bei cucchiai di olive Taggiasche.
Nel frattempo portiamo a bollore abbondante acqua salata nella quale metteremo a cuocere gli spaghetti che una volta al dente scoleremo direttamente nel tegame con il condimento per mantecare il tutto a fiamma viva per un altro minuto.
A questo punto non ci resta che impiattare gli spaghetti fumanti nella classica forma a nido, per motivi estetici ma anche per mantenerli belli caldi all'interno, e versarci sopra una bella cucchiaiata di condimento.
Versiamo a filo un giro d'olio e.v.o, anche aromatizzato al peperoncino per chi gradisse, e siamo pronti per gustare un piatto dal sapore rustico, ma eccezionalmente saporito.






1 commenti:

Posta un commento