mercoledì 12 marzo 2014

Posted by Fabio Barbato |


Ingredienti :
300 g di macinato di Vitello
1 Melanzana circa 300 g
1 uovo
1 ciuffo di prezzemolo
30 g di Pecorino grattugiato
2 fette di pane raffermo
1/2 bicchiere di latte
Pangrattato q.b
1 Arancia Tarocco
2 Finocchi
20 g di Olive denocciolate
Sale e Pepe q.b
8 cucchiai di Olio e.v.o


Le Polpette sono un secondo piatto molto versatile e offrono la possibiltà a svariati abbinamenti utilizzando diversi tipi di macinato di carne come il manzo, il maiale ed il vitello, ma anche verdure come le patate, le zucchine o come in questo caso le melanzane.
Per realizzare queste polpettine partiamo con lo sbucciare la melanzana e tagliarla a dadini più o meno regolari che faremo scottare in una padella antiaderente appena unta, volendo con all'interno anche uno spicchio d'aglio schiacciato in camicia.
Una volta ammorbidita la melanzana, lasciamola raffreddare e con i rebbi di una forchetta schiacciamola fino a renderla come una purea grossolana regolando di pepe e sale.
Fatto ciò amalgamiamo in una terrina la melanzana schiacciata assieme al macinato di vitello, alla mollica di pane raffermo ammorbidito nel latte e strizzato, al pecorino grattugiato, ad un trito di prezzemolo e ad un uovo sbattuto fino ad ottenere un impasto morbido che faremo rassodare in frigorifero per una mezz'ora.
Nel frattempo laviamo e tagliamo a julienne i finocchi e li condiamo con dell'olio e.v.o assieme ad un'arancia rossa pelata a vivo e tagliata a spicchi e delle olive denocciolate, io ho usato quelle verdi, ma nere andrebbero meglio e regoliamo il tutto di sale e pepe. 
Riprendiamo l'impasto dal frigrifero e con le mani umide incominciamo a porzionarlo in polpettine della dimensione di una pallina per poi passarle nel pangrattato.
A questo punto versiamo abbondante olio e.v.o in una padella antiaderente piuttosto capace e a fuoco vivace mettiamo in cottura le polpettine fino a quando non si formerà una crosticina croccante e dorata su tutta la superficie in maniera omogenea.
Cotte a puntino scoliamole e lasciamole asciugare su della carta assorbente per poi servirle tiepide accompagniandole con l'insalata di finocchi e arancia fatta in precedenza.
Un bel calice di Ortrugo fresco e abbiamo servito un secondino da leccarsi anche le dita!!

1 commenti:

Posta un commento