venerdì 15 novembre 2013

Posted by Fabio Barbato |


Ingredienti: 
500 g di farina 00
200 ml di acqua
100 ml di latte
7 g di lievito in polvere
2 cucchiai di olio e.v.o
1 kg di scarola
100 g di olive nere
30 g di pinoli
6 filetti di acciughe
2 cucchiai di capperi
1 cucchiaino di zucchero
1 uovo
sale e pepe q.b


Ecco un piatto tipico della tradizione campana che mi riporta indietro nel tempo quando ero bambino durante le attesissime feste natalizie.
Che io sappia ne esistono tante versioni, ma quella alla quale sono abituato io, prevede scarola, olive nere denocciolate, capperi e acciughe. Per farla breve una BOMBA di sapore.
Iniziamo con il preparare la pasta della pizza setacciando la farina mischiata al lievito in polvere, ad un pizzico di zucchero ed un cucchiaio di olio e.v.o.
A questo punto possiamo versare alla farina anche i liquidi intiepiditi con l'aggiunta del sale e ad amalgamare il tutto fino ad ottenere un impasto soffice ed elastico che metteremo a lievitare in un luogo buio, asciutto e tiepido (io consiglio il forno spento) fino a quando non raddoppia di volume.
Nel frattempo portiamo a bollore abbondante acqua salata nella quale metteremo a sbollentare le foglie della scarola, che avremo già mondato, per qualche minuto.
Fatto ciò poniamo sul fuoco una padella antiaderente con un giro d'olio e.v.o e mettiamo a soffriggere 2 spicchi d'aglio in camicia schiacciati ed i filetti di acciuga fino a quando quest'ultimi non si saranno sciolti per poi aggiungere i capperi , le olive nere denocciolate tagliate a rondelle ed i pinoli.
Quando il tutto si sarà insaporito possiamo versare all'interno della padella anche le foglie sbollentate della scarola e a fuoco vivo lasciamo cuocere rimestando di tanto in tanto per almeno 15 minuti aggiustando di sale e di pepe.
Passato il tempo necessario spegniamo il fuoco e lasciamo raffreddare la scarola insaporita.
Dopo all'incirca due ore riprendiamo la pasta della pizza che avrà raddoppiato il suo volume che divideremo in due  panetti dello stesso peso.
Stendiamo il primo panetto di pasta in maniera sottile dandogli uno spessore di circa mezzo centimetro che andremmo a riporre all'interno di una teglia foderata di carta forno e leggermente unta avendo l'accortezza di ricoprire con la pasta anche i bordi e di bucherellare con i rebbi di una forchetta.
Versiamo la scarola, ormai fredda, disbtribuendola in maniera omogenea su tutta la superficie della pasta e andiamo a ricoprire il tutto con l'altro panetto che avremo steso nella stessa maniera del primo e avremo usato come una "coperta" e riponiamo per un'altra ora circa la pizza in forno spento e lasciamo lievitare ancora un pochino.
A questo punto preriscaldiamo il forno in modalità ventilato a 180° e spennelliamo la parte superiore della pizza con un uovo sbattuto misto ad un cucchiaio di latte e mettiamo in cottura per 45 minuti.
Quando la pizza avrà preso un invitante colore brunito estraiamola dal forno e facciamo intiepidire prima di tagliarla e servire.




1 commenti:

Posta un commento