domenica 12 luglio 2015

Posted by Fabio Barbato |



Ingredienti per 4 persone 

....per il Pollo :

600 g di Petto di Pollo
250 g di Yogurt bianco magro
1 Cipolla rossa
1 cucchiaio di Cumino 
1 cucchiaio di Curcuma
1 cucchiaio di Paprika dolce
1 cucchiaio di Zenzero
1 cucchiaio di succo di Limone
1 stecca di Cannella
2 foglie di Alloro
2 spicchi d'Aglio
Q.b di Peperoncino fresco, Sale e Pepe bianco macinato

....per il Riso :

400 g di Riso Basmati
2 foglie di Alloro
100 g di Anacardi Salati
50   g di Burro
1 stecca di Cannella
Q.b di acqua e sale



Il Biryani è una pietanza spettacolarmente saporita di origine Persiana che venne introdotta nel subcontinente indiano ( Bangladesh, India, Pakistan,Sri Lanka ) da mercanti e viaggiatori musulmani nei secoli.
Del Biryani ne esistono una infinità di versioni differenti a seconda della regione di chi lo prepara o ce ne fornisce la ricetta.
In questo caso il mio caro amico Sonjit Biswas, nonchè mio validissimo sous chef,  mi ha letteralmente passato ed insegnato la seguente ricetta che vi lascerà a bocca spalancata per profumi e ancor più per gusto e sapori speziati letteralmente dell'altro mondo.
Per preparare quattro porzioni iniziamo con la marinatura del pollo ponendo in una boule capiente un trito di cipolla rossa molto fine, l'aglio sminuzzato, lo yogurt bianco magro, del peperoncino piccante fresco a rondelle, le foglie di alloro, cumino, curcuma, paprika dolce, zenzero, mezza stecca di cannella e un cucchiaino da caffè di succo limone.
A questo piunto tagliamo a dadini più o meno regolari il petto di Pollo che andremo ad immergere nella marinatura appena fatta per almeno un paio d'ore in modo da far assorbire aromi e profumi alla carne.
Passato il tempo necessario preleviamo la dodolata di pollo dalla marinatura e mettiamola in una casseruola capiente con un giro d'olio e.v.o e lasciamo il tutto in cottura a fiamma molto dolce per almeno 20 minuti in modo da far cuocere a puntino la carne, che se si dovesse asciugare troppo, possiamo ammorbidire, volendo, con un paio di cucchiai di latte o di panna ( questa è una mia contaminazione occidentale ) ricordandoci di assaggiare sempre e regolare di sale e pepe bianco macinato al momento.
Mentre il pollo è in cottura possiamo dedicarci al riso basmati, particolare per la forma allungata dei suoi chicci e per la sua intensa fragranza.
In un'altra casseruola facciamo soffriggere una noce di burro alla quale aggiungeremo il riso che faremo tostare per qualche minuto assieme a degli anacardi, ad un paio di foglie di alloro e mezza stecca di cannella.
Sonjit mi suggeriva di misurare il riso in bicchieri ( uno a commensale ) e ad ogni bicchiere di riso ne corrispondono due di acqua per la cottura.
Terminata la tostatura del riso ed aggiunta l'acqua possiamo coprire la pentola con un coperchio ed abbassare al minimo la fiamma lasciando cuocere il tutto per almeno 20 minuti ( deve assorbire praticamente tutta l'acqua ).
Una volta cotto il riso non ci resta che servirne una generosa porzione a testa sulla quale andremo ad adagiare il biryani di pollo, che nel frattempo avrà continuato a cuocere dolcemente ( stesso tempo di cottura del basmati ).
Ecco così servito un piatto semplicemente eccezionale per gli amanti delle spezie e che consiglio a tutti di provare.
Oggi non  è poi così complicato reperire spezie e sapori provenienti da altri continenti come quello Indiano o Africano ed io suggerisco di provare, sperimentare, sopratutto in cucina, perchè anche questo contribuisce ad allargare, qual'ora fosse necessario, e ad abbattere frontiere e inutili preconcetti.

Grazie Sonjit !!!

Alla prossima

FB






1 commenti:

Posta un commento