domenica 23 novembre 2014

Posted by Fabio Barbato |



Ingredienti per 4 persone :

per la pasta fresca al nero :

300 g di Farina 00
3     Uova
8     g di nero di seppia

per il condimento :

500 g di Totanetti freschi
1     Spicchio d'aglio
1/2  bicchiere di Vino bianco
1     punta di Peperoncino fresco
1     cucchiaino di concentrata di pomodoro
20   Pomodorini Cherry
1     ciuffo di Prezzemolo
4     cucchiai di Olio e.v.o
Q.b Sale e Pepe nero macinato



I tagliolini al nero di seppia sono un classico primo piatto di pesce; la pasta si presenta di un marcato colore nero che viene ricavato dall'utilizzo dell'inchiostro delle seppie donando, oltre al colore, anche uno spiccato e persistente sapore di mare al piatto.
Questo tipo di pasta fresca si sposa con molti tipi di condimenti come un sugo di gamberi freschi o anche il più classico "scoglio", ma in questo caso, per ottenere un effetto cromatico parecchio incline alla la mia fede calcististica lasciando a Voi ogni conclusione e/o commento, ho optato per un sughetto di totani freschi in umido.
Iniziamo la preparazione della ricetta partendo con l'impastare la farina, le uova ed il nero di seppia in una terrina fino ad ottenere una massa morbida compatta ed elastica dal colore nero.
A questo punto trasferiamo il nostro impasto su di una spianatoia infarinata e stendiamo il tutto in una sfoglia il più sottile possibile ( 1 o 2 mm) che porzioneremo in parti di circa 35/40 centimetri ciascuna.
A questo punto arrotoliamo ogni sfoglia su se stessa a mo di involtino infarinando abbondantemente per andare a tagliare il tutto in maniera sottilissima in modo da ottenere i nostri tagliolini che dovranno avere la stesso spessore della lama del coltello appena usato.
Ottenuti i nostri tajarin infariniamoli per bene e sistemiamoli sulla spianatoia per poterci dedicare alla preparazione del condimento che otterremo iniziando con il pulire minuziosamente i totani sotto acqua corrente separando il corpo dalla testa dalla quale elimineremo gli occhi ed il dente.
Fatta questa operazione tagliamo i totanetti in maniera grossolana ottenendone un battuto e lasciando interi solo i ciuffetti con i tentacoli.
In una padella antiaderente facciamo soffriggere uno spicchio d'aglio schiacciato con un trito di prezzemolo fresco in un giro abbondante di olio e.v.o nel quale tufferemo il battuto di totani ed i loro ciuffetti facendo rosolare a fiamma vivace per qualche minuto.
Quando i totani si saranno scottati per bene aggiungiamo nella padella anche i pomodorini cherry tagliati in quarti, una punta di peperoncino fresco e sfumiamo il tutto con mezzo bicchiere di vino bianco ricordandoci di regolare il tutto di sale, pepe ed un cucchiaino di concentrata di pomodoro.
Ora non ci resta che abbassare la fiamma al minimo e lasciare in cottura per circa 15/20 minuti, questo varierà a seconda delle dimensioni che avrete ottenuto dal battuto di totanetti.
Portiamo a bollore abbondanate acqua salata con un filo d'olio al suo interno nella quale mettermo in cottura per un paio di minuti i tajarin fatti in precedenza per poi scolarli direttamente nel tegame con il condimento.
Mantechiamo a fiamma alta per un minuto ancora prima di impiattare nel classico "nido" i tajarin fumanti che guarniremo con un abbondante cucchiaiata di sugo di totanetti.
Consiglio di stappare una buona bottiglia di vino bianco, magari una bollicina, e di preparare questa ricetta in attesa della partita







1 commenti:

Posta un commento