domenica 15 giugno 2014

Posted by Fabio Barbato |


Ingredienti per 4 persone :

800 g di Totani freschi
750 ml di Passata di pomodoro
1 spicchio d'aglio
1 ciuffo di prezzemolo
2 cucchiai di capperi
2 cucchiai di Olive Taggiasche
1 bicchiere di vino bianco
3 cucchiai di olio e.v.o
Q.b Sale , Pepe e Peperoncino


La zuppetta di totani è un antipastino, o secondo piatto, molto gustoso e veloce nella preparazione che diventa fantastico se accompagnato da dei crostini di pane bruscato.
Per realizzare quattro belle porzioni incominciamo con il pulire accuratamente i totani sotto acqua corrente privandoli delle interiora, degli occhi e del dente recuperando anche i ciuffetti per poi tagliarli ad anelli sottili.
Puliti e tagliati i totani, mettiamo a soffriggere uno spicchio d'aglio in una casseruola profonda con un abbondante giro d'olio e.v.o.
Quando l'olio si sarà profumato a dovere eliminiamo lo spicchio d'aglio e tuffiamo nel tegame i totani con i loro ciuffi lasciandoli rosolare per qualche minuto a fiamma vivace per poi sfumare il tutto con un bel bicchiere di vino bianco.
Quando il vino sarà evaporato aggiungiamo nella casseruola anche un battuto di capperi , delle olive taggiasche e la passata di pomodoro regolando di sale, pepe nero macinato ed un pizzico di peperoncino secco.
Lasciamo in cottura la nostra zuppetta per almeno 20/25 minuti a fuoco molto dolce dando ai totani il tempo di cuocersi, insaporirsi, ma allo stesso tempo rimanere molto teneri.
Nel frattempo che la zuppa è in cottura tostiamo su di una piastra di ghisa, o anche al grill in forno, delle fette di pane che utilizzeremo per accompagnare la zuppa.
Io vi consiglio di emulsionare in egual misura della senape delicata e della maionese e di spalmare la salsa ottenuta sui crostoni di pane bruscato in modo da insaporirli ulteriormente.
Una volta pronta la zuppetta di totani serviamola fumante all'interno di cocottine di ceramica accompagnando il tutto con i crostoni di pane bruscato ultimando il piatto con una spolverata del prezzemolo tritato ed un giro di olio e.v.o.
Stappiamo un vino bianco fermo, magari un Capichera, rigorosamente ghiacciato e siamo pronti per assaporare un piatto meravigliosamente saporito, gustoso ed invitante.





1 commenti:

Posta un commento